Lavorazioni

 

Tutte le nostre lavorazioni iniziano con l’esecuzione di un disegno dell’opera da eseguire per vedere che tutto sia proporzionato.

Uuna volta approvato il disegno da parte del cliente si prosegue all’esecuzione del lavoro. 

Si procede sezionando il disegno in varie parti secondo le lavorazioni richieste, poi si prende il materiale (ferro, ottone, acciaio, bronzo e alluminio) e si eseguono le lavorazioni.

Non tutti i materiali sono malleabili e si possono forgiare e unire con facilità. 

Il FERRO, materiale molto duttile e malleabile, permette lavorazioni difficili, messo nella forgia ( fuoco acceso con carbone minerale ) si riscalda fino a portarlo a temperatura di fusione in modo che martellandolo si porta a renderlo come il disegno (Forgiatura).

Forgiati i vari pezzi si passa alla seconda fase dove il ferro viene unito con saldatura o mediante fusione (detta saldatura all’antica).

La saldatura all’antica consiste nel mettere nel fuoco i pezzi da unire uno sopra l’altro e fare bollire il materiale.

Gli altri metalli invece una volta forgiati vanno uniti con saldatura.

Una volta uniti i pezzi si passa alla fase successiva del lavoro dove si limano le parti superflue grezze.

In ultimo vengono bruniti con olio a caldo, patinati con acidi specifici che reagiscono col materiale, verniciati o lucidati a specchio e protetti con vernici trasparenti a seconda della richiesta del committente.

BRONZO e OTTONE hanno bisogno di lavorazioni diverse dal ferro.

Per il BRONZO si parte da un disegno, poi si esegue un modello in creta, dopo l’approvazione del cliente si fa il modello in gesso al negativo per poi ricreare il positivo in cera che viene ricoperto di gesso e terra refrattaria (chiamata oto).

Una volta ultimata l’operazione viene messo a cuocere in forno dove la cera si scioglie e si crea un vuoto fra il negativo esterno e la copertura interna che nella fase successiva viene riempito dal bronzo fuso in un crogiolo a parte.

Raffreddato il metallo si prosegue alla rottura dell’oto dove si presenta l’opera in forme grezze quindi si procede alla cesellatura, rifinitura e lucidatura dell’opera.

L' OTTONE, questo materiale, viene prodotto in pani per fusioni, in profilati e lastre per lavorazioni di costruzione.

Per la fusione il procedimento si svolge nelle stesse fasi del bronzo, mentre con profilati e lamiere si può assemblare (tagliandolo, saldandolo per unirlo e limandolo) architettonicamente come il disegno ordinato.

Una volta terminate le operazioni di assemblaggio e finitura l' oggetto puo essere lucidato o patinato a desiderio del cliente.  

L’ALLUMINIO è un metallo non forgiabile, è possibile lavorarlo o mediante fusione con il procedimento del bronzo o in costruzione architettonica come l'ottone iniziando il lavora da dei semilavorati.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Web by conceptio: Software house - Support by exedere: Posizionamento motori di ricerca